Sfruttare il coaching aziendale per crescere come professionista

Sfruttare il coaching aziendale per crescere come professionista

Coaching in azienda: a cosa serve e perché è importante

Il coaching aziendale è uno degli strumenti più utilizzati nell’ambito dei piani di sviluppo di carriera di un’azienda. In molti casi, si tratta di un percorso legato a programmi di sviluppo più ampi che includono anche attività di formazione individuale per i/ le collaboratori/trici.

Si tratta di una metodologia, o meglio di un processo, che fornisce all’individuo uno spazio inestimabile per lo sviluppo personale, che supporta la risorsa in un percorso di cambiamento dei propri processi di pensiero interni e nella costituzione di nuove strategie di azione e di comportamento. Nelle organizzazioni in cui la cultura del coaching è solida, ogni momento è un’opportunità per apprendere e per assumere punti di vista nuovi, utili a migliorare il mindset e le performance.

Bill Gates in uno dei suoi TED Talks ha affermato:

Tutti hanno bisogno di un coach. Non importa se sei un giocatore di basket, di tennis, una ginnasta o un giocatore di bridge. Abbiamo tutti bisogno di persone che ci diano un feedback. È così che miglioriamo”.

Un concetto applicabile al mondo dello sport, tanto quanto a quello professionale.

Il/ la coach, infatti, a prescindere dal settore in cui opera, è un/ una allenatore/ allenatrice del potenziale umano capace di supportare l’individuo nel perseguimento di obiettivi sfidanti, attraverso un processo di apprendimento continuo e soprattutto autonomo.

Gli obiettivi del coaching aziendale

Il coaching aziendale, in particolare, persegue l’ambizioso obiettivo di supportare le persone a esprimere al massimo il proprio potenziale, grazie all’aumento della motivazione e della soddisfazione rispetto al ruolo e alle responsabilità individuali, insieme alla consapevolezza delle proprie capacità, competenze e performance professionali. Nello specifico, il fine principale del business coaching è promuovere una comunicazione bidirezionale tra coach e coachee, al fine di identificare le aree di miglioramento, rafforzare i punti di forza e sviluppare ulteriormente le performance, concentrandosi su specifici obiettivi e abilità.

Per rendere un’organizzazione capace di rispondere in modo proattivo ai cambiamenti e alle trasformazioni del mercato, le persone hanno bisogno degli strumenti adeguati, di fiducia e di essere guidate al fine di sviluppare e massimizzare le proprie risorse, indipendentemente dall’età e dal livello professionale. Ecco perché il coaching aziendale non è solo per i/ le nuov* dipendenti, ma anche per coloro che ricoprono ruoli senior a lungo termine. Come sottolinea Heather Warner, insegnando ai/ alle leader senior “come pescare“, questi saranno a loro volta in grado di trasmettere queste abilità ai membri del proprio team. 

Quali sono i principali vantaggi del coaching per le organizzazioni?

Vantaggi del coaching per le organizzazioni

Come conferma la ricerca “Business Trends in Coaching 2023″ di CoachHub, condotta su oltre 600 aziende in 42 paesi, l’87% delle organizzazioni investe in percorsi di coaching. Una percentuale che conferma i molteplici vantaggi di questo strumento, se introdotto nella cultura aziendale.

L’80% delle persone che intraprendono un percorso di coaching in azienda, infatti, migliorano la fiducia in se stess* e oltre il 70% beneficia di migliori prestazioni lavorative, relazionali e capacità comunicative.

Un ulteriore studio sulle aziende che utilizzano il coaching, ha invece mostrato che tra i/ le dirigenti (ICF-HCI Building Strong Coaching Culture  For The Future 2022):

  • il 55% riscontra uno sviluppo delle competenze di leadership;
  • il 51%riscontra un incremento della capacità di trattenere i talenti;
  • il 49% riscontra un miglioramento e aumento della produttività.

Mentre, tra le persone (ICF Global Consumer Awareness Study 2022):

  • 42% miglioramento delle capacità di comunicazione;
  • 41% maggiore autostima e fiducia in se stess*;
  • 38% miglior work-life balance;
  • 38% incremento della produttività;
  • 35% miglioramento del benessere.

In generale, le ricerche dimostrano che le risorse che hanno avuto la possibilità di intraprendere un percorso di coaching hanno riscontrato miglioramenti nei rapporti di lavoro con i/le collegh*e e i/le loro manager, una riduzione di situazioni conflittuali e una miglior capacità relazionale con i clienti.

Il/ la  coach, quindi, aiuta le persone all’interno delle organizzazioni a raggiungere gli obiettivi aziendali, operando in una duplice direzione. Da un lato, comprende le necessità dell’azienda attraverso un’analisi della situazione attuale, della direzione futura e della tipologia di leadership che caratterizza il contesto organizzativo; dall’altro, sfrutta la capacità di analisi e ascolto delle persone con cui intraprende il percorso di coaching, per colmare i gap individuali rispetto agli obiettivi comuni che l’azienda si è prefissata. 

Il legame tra coaching aziendale, benessere, coinvolgimento e soddisfazione

Il coaching viene collegato a una vasta gamma di benefici, come la resilienza, la gestione dello stress, il coping, l’impegno, la soddisfazione sul lavoro e il raggiungimento degli obiettivi, per citarne alcuni. In virtù di ciò, possiamo affermare che l’introduzione di percorsi di coaching in azienda, destinati sia a chi ricopre ruoli manageriali sia ai/ alle collaboratori/trici, è un primo passo per costituire una cultura organizzativa che incentiva la salute dei/ delle lavoratori/trici. Così come, di conseguenza, il loro coinvolgimento e la loro soddisfazione nei confronti del contesto professionale .

Il concetto di benessere, infatti, rappresenta una leva strategica fondamentale perché la persona raggiunga i propri obiettivi professionali, così come per l’organizzazione per favorire l’incremento delle performance, dei risultati di business e il miglioramento del clima aziendale.

L’impresa diviene un luogo in cui crescere, sviluppando competenze e conoscenze che permettono di esprimere il proprio potenziale. In questa direzione, il coaching rappresenta uno strumento strategico per favorire il benessere individuale e collettivo, e per creare una cultura aziendale basata sull’allineamento valoriale e sulla cooperazione.

L’impatto del coaching aziendale sul benessere delle persone

Come abbiamo anticipato, il coaching aziendale ha un impatto preventivo considerevole sul benessere delle persone. 

Le organizzazioni devono iniziare a mettere la salute e il benessere delle risorse in cima alle loro priorità, creando luoghi di lavoro che considerino e supportino attivamente il benessere mentale nel contesto lavorativo. Come confermato dall’Health & Safety Executive nel 2011, infatti, i comuni problemi riscontrati sul luogo di lavoro come stress e ansia, ad esempio, sono una delle principali cause dell’inefficienza delle persone e dei fenomeni di assenteismo in azienda. L’impatto del lavoro sul benessere personale non è quindi una teoria e rappresenta un processo attivo: tutti gli individui, infatti, possono modellare attivamente il proprio benessere.

Le ricerche condotte dall’Institute for employment studies (IES) su un campione di 100 individui, hanno rilevato prove di aumenti statisticamente significativi nella percezione del benessere subito dopo aver testato un percorso di coaching. Un risultato emerso nonostante il fatto che questo fosse focalizzato sul raggiungimento di una serie di obiettivi organizzativi, piuttosto che sul miglioramento del benessere in sé.

Complessivamente, dalla letteratura emergono evidenze che attestano come il coaching sia una metodologia di cambiamento individuale positivo, che influisce sia sul metodo di lavoro, sia sui sentimenti nei confronti dello stesso. In linea di massima, i risultati del coaching vengono associati a un elevato benessere generale, che si concretizza in:

  • maggiore capacità di gestire gli eventi esterni; 
  • maggiore capacità di problem solving;
  • maggiore fiducia in se stess*.

Percorsi di coaching in azienda per migliorare il coinvolgimento

Secondo il Gallup State of the Workplace Report 2013, le risorse impegnate, ossia coloro che si sentono connesse al lavoro e all’azienda, sono più produttive, guidano l’innovazione e portano avanti gli obiettivi aziendali.

Un elevato livello di coinvolgimento delle persone in azienda, infatti, è un fattore cruciale per promuovere la soddisfazione verso il proprio lavoro e la volontà di contribuire al successo organizzativo. L’engagement, inoltre, si traduce in un forte senso di appartenenza e in un maggior investimento emotivo nel lavoro. 

Tra i fattori che contribuiscono al coinvolgimento dei/ delle dipendenti troviamo:

  1. la creazione di una cultura cooperativa: questo aspetto influisce sulla tendenza dei membri del team ad aiutarsi a vicenda e a lavorare in gruppo, preoccupandosi gli uni degli/ delle altr*;
  2. la valorizzazione delle persone: quando le risorse vengono riconosciute e apprezzate per le loro idee, capacità, competenze e attitudini si crea un ambiente di lavoro più positivo e produttivo, capace di migliorare il morale e di creare relazioni più forti;
  3. la capacità di fornire risorse: dare indicazioni chiare, fornire strumenti efficaci, offrire formazione e supporto continuo preparano tutti i membri del team a svolgere il proprio lavoro.

Coaching aziendale e leadership

Il coaching aziendale rappresenta uno strumento valido a guidare i/ le leader all’apprendimento di strategie utili per incrementare il coinvolgimento delle persone. Più precisamente, il coaching può aiutare il/ la leader a:

  • aumentare la propria intelligenza emotiva, la capacità di autoregolarsi ed empatizzare;
  • sviluppare pratiche di responsabilità per se stess* e per i membri del team;
  • facilitare una maggiore comunicazione con e tra i membri del gruppo;
  • fornire feedback efficaci alle risorse per incoraggiare la loro crescita e il loro sviluppo.

Il coaching aziendale è uno strumento prezioso per aiutare persone e aziende a raggiungere obiettivi professionali e di business. Attraverso lo sviluppo delle competenze, l’accesso a risorse e strumenti innovativi, il miglioramento dei processi decisionali, della fiducia, della motivazione e della crescita delle persone, il percorso di coaching può fornire il supporto e la guida per costruire un business di successo e sostenibile.

Coaching aziendale e soddisfazione delle risorse

I percorsi di coaching aziendale incidono positivamente anche sulla soddisfazione legata al lavoro. Quest’influenza è determinata dal fatto che alle persone viene offerta la possibilità di sviluppare nuove capacità professionali e personali, mediante un percorso trasformativo che favorisce la fidelizzazione e la valorizzazione. 

Il coaching consente alle persone di ambire a un maggior sviluppo e soddisfazione professionale, facendole sentire apprezzate e motivate. È uno strumento che aiuta gli individui a entrare in contatto e riconoscere i propri valori, la propria visione, gli scopi e la missione, creando così un piano di sviluppo professionale in linea con questi aspetti e delineando una direzione chiara per lavorare in modo efficiente ed esprimere a pieno il potenziale.

La congruenza di valore tra i/ le dipendenti e l’organizzazione, migliora le prestazioni organizzative e, in particolare, quelle della dimensione relazionale. È inoltre una fonte di motivazione intrinseca per le persone, che riduce l’insorgere di problemi.

Conclusioni

Il coaching aziendale ha l’obiettivo di aiutare le persone a esprimere al massimo il proprio potenziale, agendo sulla motivazione e sulla soddisfazione rispetto al ruolo professionale, nonché sulla consapevolezza delle proprie capacità, competenze e performance. Un percorso di coaching, quindi, è uno strumento chiave per ispirare, migliorare l’efficienza personale e professionale, colmare gap, definire obiettivi e trovare uno scopo. Tutti aspetti che, se tenuti in considerazione, promuovono il benessere della persona nel contesto lavorativo, il suo coinvolgimento e la soddisfazione.

Se anche tu desideri creare, promuovere e diffondere nella tua azienda una cultura incentrata sul benessere, sulla crescita e sulla persona, scopri i miei percorsi di coaching per aziende e valutiamo insieme come possono aiutare la tua organizzazione e i/le tuoi/tue collaboratori/collaboratrici.

A presto,

Rosy

Fonti bibliografiche

  • ICF-HCI Building Strong Coaching Culture  For The Future 2022
  • ICF Global Consumer Awareness Study 2022
  • Business Trends in Coaching 2023, CoachHub
  • Gallup State of the Workplace Report 2013

CONDIVIDI DOVE VUOI:

iscriviti alla mia newsletter
per rimanere aggiornat* sui prossimi contenuti!

Ciao, sono Rosy e sono una Career & Business Coach specializzata in empowerment femminile, membro e coach accreditata dell’International Coaching Federation. Mi occupo di Women Empowerment Coaching, percorsi di coaching per donne professioniste, dedicati all’empowerment femminile, allo sviluppo di carriera e alla leadership femminile, e di Performance & Business Coaching, percorsi di coaching per aziende pensati per facilitare la leadership femminile.

I MIEI SERVIZI

ULTIMI ARTICOLI

error: Il contenuto di questo sito è protetto da copyright